Ultima News: CELESTINO USAI CAMPIONE ITALIANO

Decimomannu (04/03/2019):

Questa è la storia infinita dell'eterno ragazzino che continua a correre e a tagliare traguardi non curandosi del tempo che continua a passare inesorabile. Questa è una BELLA STORIA di sport e di vita. Ci sarebbe da scrivere un libro su questa storia che va avanti da oltre trent'anni con una passione e una dedizione totale a questo sport meraviglioso.
Sono stati fatti sacrifici enormi, tempo, giornate, notti e vita dedicate interamente a questa regina che non ti regala nulla, tutto ciò che le dai se lo prende e non sempre ti restituisce qualcosa ... ma quando lo fa, ti regala momenti ed emozioni uniche come quella di ieri.
Emozione unica forse è davvero questo il titolo della bella giornata di ieri dove a San Sperate venivano assegnati i titoli di Società e individuali di Cross Master. Noi, presenti come nelle grandi occasioni, siamo la 13 Società in Italia (maschile) e l'undicesima al Femminile, risultati eccellenti e gratificanti per una piccola realtà come la nostra. Per questo ringrazio tutti e tutte le nostre atlete che con grande generosità e sacrifico non sono voluti mancare (velocisti, infortunati, insomma tutti a remare per la Valeria, per la nostra SQUADRA).
Risultati (non me ne vogliate), che sono stati oscurati e messi in secondo piano dal RISULTATO, ovvero dal Titolo Italiano portato a casa dal nostro Celestino Usai, vittorioso nella sua categoria (SM65), un titolo forse sognato, desiderato, ma .... inaspettato (almeno per noi.).
Lasciatemi dire, TITOLO assolutamente meritato che incornicia una carriera sportiva fantastica, fatta di tanto amore, sacrificio e passione totale. Queste sono le cose belle dell'atletica ..... ti alleni una vita, raccogli tanto, ti avvicini ma non riesci (per vari motivi) mai a coronare il sogno ... poi un giorno, quando ormai magari non ci speri più (o ci speri, ma hai paura dell'ennesima delusione), metti in fila tutto il tuo potenziale (allenamento, alimentazione, passione, esperienza, ecc) e tiri fuori dal cilindro la tua gara perfetta, arrivi e tocchi il cielo e capisci che hai fatto qualcosa di unico, di speciale, di importante e allora ti passa davanti tutto, tutte le gare, tutti i sacrifici e pensi che in fondo ne è valsa la pena.
E chi pensa che in fondo è un titolo di poco peso perché Master, allora di questo sport non ha capito tanto (forse nulla) perché con il passare del tempo non si migliora anzi si può solo rallentare il tempo che passa che ci impone ritmi diversi, recuperi altissimi e tutto diventa più difficile perchè la testa vorrebbe fare ciò che facevi prima, ma il fisico non risponde più e allora è davvero complicato stare ad alti livelli.
Andando oltre l'aspetto sportivo (che ti gratifica sicuramente), c'è l'aspetto umano (per me il più significativo) che ti gratifica e che ti fa stare bene. Credo che i messaggi, le congratulazioni, i like facciano veramente piacere, ma mai quanto gli abbracci (decisamente più emozionanti) di amici di vecchia data con cui corri e sfidi da una vita, l'abbraccio dei tuoi atleti e anche quello degli amici dell'altra Società di Decimomannu (primo fra tutti il loro Presidente a cui va il nostro plauso per il bellissimo gesto), che hanno messo da parte vecchie incomprensioni e con un grandissimo spirito sportivo si  sono congratulati con Celestino, questo é il nostro sport ragazzi.

Che dire, questo é un giorno davvero speciale, una grandissima pagina di sport e di vita che il nostro Celestino ci ha regalato e a cui siamo grati.